Contributi per l'utilizzo del legname schiantato o danneggiato dal bostrico

Contributi alle imprese per l'utilizzo del legname schiantato o danneggiato dal bostrico

La Giunta ha approvato con la deliberazione 1200 del 7 agosto 2020 , da ultimo modificata con la deliberazione 319 del 26 febbraio 2021, alcune misure di sostegno del settore delle imprese boschive, in particolare per l'utilizzazione e l'esbosco di materiale legnoso colpito da calamità naturali come la tempesta Vaia o attaccato dal bostrico.

La delibera  319 del 26 febbraio 2021 riapprova i criteri per sostenere le imprese che hanno acquistato lotti " in piedi", con un premio di 5 euro a metro cubo netto di legname esboscato con un limite massimo pari a 50.000 euro annui per impresa e prevede l'apertura del bando 2021. Le domande potranno essere presentate fino al 17 maggio 2021. Il premio si inserisce nell'ambito del "Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID-19" della Commissione europea.

Si tratta della prima volta che vengono finanziate direttamente le imprese per le utilizzazioni boschive effettuate, e la disciplina è da considerare temporanea, in quanto legata alla situazione di crisi provocata dalla pandemia ed in precedenza da Vaia, il tutto aggravato dalla crisi del mercato del legno.

Le richieste andranno indirizzate alle Stazioni forestali nelle quali è stato esboscato il materiale legnoso, utilizzando l’apposito modello di "domanda di contributo per l'utilizzazione di legname schiantato o danneggiato per avversità biotiche o abiotiche". Ogni potenziale beneficiario può perciò presentare più di una domanda, purché nei limiti degli importi complessivamente ammessi.

Contributi ai soggetti attuatori per l'utilizzo del legname schiantato o danneggiato dalla tempesta Vaia

La Giunta ha approvato con la deliberazione 2038 del 4 dicembre 2020, da ultimo modificata con la deliberazione 216 del 12 febbraio 2021, il bando per l’assegnazione di contributi per l’esbosco in economia, da parte dei soggetti attuatori individuati dal Piano d’Azione, del legname schiantato o danneggiato a causa della tempesta Vaia.

L’importo complessivo messo a disposizione dal MIPAAF è pari a 1.291.970 €. Lo stesso Ministero ha definito i criteri generali a cui attenersi per la concessione del contributo. L’importo massimo concedibile è pari al 50% della spesa sostenuta, o alla minor percentuale che potrà derivare una volta pervenute tutte le domande, in rapporto all’importo complessivo disponibile.
Le domande possono essere presentate dal 15 gennaio 2021 al 30 settembre 2021 utilizzando l’apposito modello di “domanda di contributo per il rimborso dei costi sostenuti per la rimozione e recupero di alberi o tronchi abbattuti“. Alla domanda dovrà essere allegata una perizia asseverata redatta da un tecnico indipendente che dimostri la connessione tra i costi richiesti a contributo e la tempesta Vaia nonché la congruità degli importi richiesti. Uno schema di tale perizia è pure disponibile per il download.
Dopo tale data, sulla base delle domande pervenute, potrà essere fissata la percentuale di contributo effettiva.