La fauna selvatica in Trentino

La fauna selvatica è costituita dalle popolazioni mammiferi e uccelli che vivono stabilmente o temporaneamente, in stato di naturale libertà, nel territorio trentino (esclusi talpe, ratti, topi propriamente detti ed arvicole).

La tutela della fauna è disciplinata dalla legge provinciale. La diversità ambientale del Trentino porta alla presenza di una varietà di specie animali, tra le quali molte sono caratteristiche dell'ambiente alpino, come – solo a titolo di esempio- il camoscio alpino, lo stambecco, e l'orso bruno alpino. A quest'ultima specie e agli altri grandi carnivori, lince e lupo, è dedicato uno specifico sito .

L'attenzione del Servizio verso la fauna selvatica si concretizza in azioni di monitoraggio e gestione ed anche nella realizzazione di interventi di miglioramento degli habitat. Questi interventi mirano a preservare o ricostruire i tipici ambienti montani e alpini che caratterizzano il paesaggio trentino e al tempo stesso a favorire la biodiversità.

Il Piano faunistico provinciale (prima revisione 2010) è lo strumento che fornisce le indicazioni per “la tutela, la conservazione e il miglioramento della fauna selvatica” (l.p. 24/91 art. 5 comma 1). Esso “individua gli interventi e le misure volte al miglioramento della fauna, al fine di realizzare l'equilibrio con l'ambiente” (l.p. 24/91 art. 5 comma 2).

Referente

UFFICIO FAUNISTICO

Indirizzo: via G. B. Trener, 3 - Trento

Telefono: 0461.495990

Fax: 0461.494972

E-mail: uff.faunistico@provincia.tn.it

orari sportello:

  • da lunedì al mercoledì 09.00 - 13.00
  • il giovedì 09.00 - 13.00 e 14.30 - 15.30
  • il venerdì 09.00 - 13.00