Pianificazione forestale

Tutte le proprietà forestali pubbliche e le più consistenti proprietà private, nel complesso l’80% delle foreste trentine, sono gestite tramite un piano (vai alla nota informativa) che viene revisionato ogni 10 anni. Questi piani di gestione forestale aziendale, oltre ad individuare tutti gli interventi da effettuare a carico del bosco e dei pascoli nel corso del periodo di validità del piano stesso, rappresentano lo strumento di monitoraggio delle foreste ed in generale del territorio montano trentino.

In particolare gli inventari effettuati in occasione della revisione decennale dei piani di gestione forestale forniscono preziose informazione sulla quantità e la qualità della biomassa immagazzinata nelle foreste provinciali.

La revisione decennale dei piani è affidata dai proprietari a tecnici forestali regolarmente iscritti all'albo professionale (vai al manuale "Linee tecniche per la redazione dei piani di gestione forestale aziendale").

Ogni anno su questo sito viene pubblicato l'elenco dei piani in scadenza l'anno successivo. Attualmente è quindi possibile scaricare l'elenco dei piani che scadranno il 31 dicembre 2021 comprensivo di tutti i dati tecnici e territoriali indispensabili alla formulazione del preventivo per la revisione ed alla conseguente richiesta di contributo provinciale.

Recentemente, con determinazione del Dirigente del Servizio Foreste e fauna n. 36 del 29 gennaio 2020, è stato invece approvato l'elenco dei beneficiari a favore dei quali è stato concesso il contributo per la revisione di piani in scadenza il 31 dicembre 2021.

Incontro pianificatori 16-17 settembre 2019 - Kals am Grosglockner

Il 17 settembre 2019 il personale dell'Ufficio Pianificazione, Selvicoltura ed economia forestale del Servizio Foreste e fauna ha incontrato i pianificatori delle foreste della Baviera, dell'Alto Adige e del Tirolo presso Kals am Grosglockner (Lienz - A) per il consueto incontro annuale di confronto tecnico. Il meeting, oramai alla sua trentesima edizione, è stata l'occasione per discutere e confrontarsi sul tema degli schianti che hanno colpito il distretto di Lienz con volumi quantificati intorno ai 500.000mc.

La prima parte della giornata è stata dedicata alla visita ad un'area interessata da schianti con funzione prevalentemente protettiva, all'illustrazione delle misure adottate nell'immediato per mettere in sicurezza gli obiettivi sensibili presenti a valle (case e strade) e alle misure di lungo termine da adottare affinché il bosco si ricostituisca e torni ad avere una adeguata funzione protettiva.

Nella seconda parte della giornata l'attenzione si è spostata su un bosco produttivo di origine artificiale di buona fertilità. Durante la visita si è dato ampio spazio ad un confronto di idee e proposte per ripristinare il bosco tenendo conto sia delle caratteristiche stazionali, sia del tipo forestale potenziale.

Maggiori informazioni possono essere richieste al personale dell'Ufficio Pianificazione, Selvicoltura ed economia forestale